1865 - 1909 | ALFREDO DICK | SHOES AND THE FOUNDATION OF JUVENTUS FC AND TORINO FC

1908 | Torino F.C. 
Central row: Alfred Dick is the third from left
Source: La Stampa Sportiva nr.16 1908
"Amante di tutte le estrinsecazioni atletiche che formano il corpo e l'anima per le battaglie del domani, entusiasta di ciò che era difficoltà e asprezza, aveva saputo serbare tra questi sentimenti un'anima fine, capace di ogni bene, incapace di offendere." 
La Stampa Sportiva, n. 33, agosto 1909

"Fond of all the expressions that form an athletic "body and soul" for tomorrow battles, enthusiastic about what it was difficult and harsh, he had been able to keep these feelings inside a refined soul, that could do any good and no harm." 
La Stampa Sportiva, nr. 33, August 1909


Alfredo Dick
Source: La Stampa Sportiva, n. 33, agosto 1909


Alfredo Dick, di ricca famiglia svizzera, era nato a Yverdon-les-Bains nel 1865, ma si era presto trasferito a Torino. A fine secolo si lanciò in un'avventura imprenditoriale nel nascente settore calzaturiero, fondando la "MANIFATTURA DI PELLAMI E CALZATURE - SOCIETA' ANONIMA" (M.P.C.). Per questa azienda sviluppò una partnership con un pioniere dell'industria calzaturiera, il cavalier Pietro Giulini, titolare a Vigevano di una società omonima.

Alfredo Dick, from a rich Swiss family, was born in Yverdon-les-Bains in 1865, but he soon moved to Turin. At the end of the century he committed to an entrepreneurial venture in the booming footwear industry. He founded the "MANIFATTURA DI PELLAMI E CALZATURE - SOCIETA' ANONIMA" (M.P.C.) developing a partnership with a pioneer of the shoe industry, Cavalier Pietro Giulini, owner in Vigevano of a company of the same name.




1900 | MPC
(Manifattura Pellami Calzature/ Tannery & Shoes)
Turin

1900 | MPC
(Manifattura Pellami Calzature/ Tannery & Shoes)
Turin

1904 | MPC
(Manifattura Pellami Calzature/ Tannery & Shoes)
Turin

"Costituita nel 1899, ha sede in Torino. Lo scopo è la concia e la preparazione delle pelli, la fabbricazione di calzature e lavorazione del cuoio; la durata fino al 31 dicembre 1930; il capitale lire 1,000,000 diviso in n. 10,000 azioni di lire 100 ciascuna al portatore, interamente versate; può essere aumentato fino a lire 1,500,000 per semplice deliberazione del Consiglio d' amministrazione. 
Riserva: al 31 dicembre 1901 lire 1275.60.
Dividendi: Esercizio 1899 lire 5 a ciascuna azione; 1900 lire 135,748.37 di perdita." 
Ferdinando Piccinelli
Le società industriali italiane per azioni - U. Hoepli, 1902
  
Founded in 1899, based in Turin. The mission is preparation and tanning of hides, manufacture of footwear and leather processing. Duration until December 31, 1930. Capital 1,000,000 lire shared into 10,000 shares of 100 francs for each holder, fully paid. It can be increased up to 1,500,000 lire by simple resolution of the Board. 
Fund: at December 31, 1901 1275.60 lire.
Dividends: Financial year 1899, 5 lire per share; 1900 135,748.37 lire loss." 
Ferdinando Piccinelli
Le società industriali italiane per azioni - U. Hoepli, 1902


1900 | MPC (Manifattura di Pellami e Calzature)
Turin
Source: La Stampa

L’azienda aveva sede legale in via Santa Chiara, 76, mentre la produzione era in un vasto stabilimento costruito a fine secolo XIX nell'isolato fra le vie Industria, Pinelli, Miglietti e Bonzanigo. Sappiamo da una vecchia pubblicità che ad inizio ‘900 aveva una "produzione giornaliera di 2000 calzature al giorno per donna, sottouomo, (sic), ragazzi e bambini con sistema a mano, M’Kay, rovescio, stecco di legno” ed occupava 700 operai negli stabilimenti di Torino e Vigevano.

The company had its HQ in Via Santa Chiara, 76, while the production was located in a sizable factory built in the late nineteenth century at the intersection of the streets Industria, Pinelli, Miglietti and Bonzanigo. We gather from an old ad that there was a "daily production of 2,000 shoes per day for women, youngster, boys and kids, handmade or with M'kay system, backhand, stick of wood". It employed 700 workers between the Turin and Vigevano plants (beginning of '900).



1905 | Juventus football team 
Italy Champions in 1905 under Alfredo Dick's chairmanship

1 Armano – 2 Durante – 3 Mazzia – 4 Walty – 5 Goccione – 6 Diment – 7 Barberis – 8 Varetti
9 Forlano – 10 Squair – 11 Donna 

Photo: Avv. Nizza –Turin
Source: La Stampa Sportiva, nr 18, 1905


All'attività imprenditoriale, Dick abbinò sempre una grande passione sportiva, soprattutto per il calcio. Nel 1897 fu tra i fondatori della Juventus F.C., i cui giocatori erano i liceali delle famiglie bene di Torino. A questa squadra Dick apportò capitali, una rigorosa struttura organizzativa e anche risorse umane: suo figlio Frédéric Dick fu nella formazione che nel 1905, a soli 8 anni dalla fondazione, conquistò il primo titolo nazionale. Quell'anno e il successivo Dick fu il presidente della squadra.

Nel 1906 però fece perdere alla Juventus la finale contro il Milan a tavolino, per non averla fatta scendere in campo a causa delle condizioni disastrose del terreno. Non gli fu più rinnovata la presidenza e Dick, risentito, abbandonò la Juventus e contribuì alla fondazione del Football Club Torino. Andandosene, tolse alla Juventus il campo - il Velodromo Umberto I che Dick aveva preso in affitto personalmente - e lo offrì al Torino.


Dick always accompanied his work with a great passion for sports, first of all football (soccer for the guys overseas). In 1897 he was among the founders of the Juventus Football Club, whose players were high school students of the wealthy Turinese families. Alfredo Dick set up a fund, provided strong organizational structure and human resources. In 1905 as president, he won the first national title - only 8 years after the team foundation - and his son Frédéric was among the players. Dick was also president in 1906. 

However, in 1906, he caused the defeat in the final against A.C. Milan by forfeit, not having let Juventus play because of the harmful condition of the play field. The presidency wasn't renewed and a resented Dick left Juventus and contributed to establish the Torino Football Club. He also offered Turin the Juventus home-field (Velodrome Umberto I), that he personally rented.




1907 | MPC (Manifattura di Pellami e Calzature)
Turin

Nel 1909 Alfred Dick fu nominato presidente della neonata "Associazione dei Fabbricanti italiani di Calzature", fondata presso la stessa sede sociale della M.P.C. in via Santa Chiara 76, di cui faceva parte il Gotha del settore: Oreste Vitale (della Borri e Vitale di Busto Arsizio), Giovanni Gilardini di Torino, Ermenegildo Trolli, del Calzaturificio di Varese, il cav. Pietro Giulini di Vigevano.

Nello stesso anno però si verificarono degli eventi drammatici per Alfredo Dick. 
Come amministratore delegato della Manifattura Pellami e Calzature Dick aveva compiuto una serie di errori tecnici nelle emissioni degli ordini, a causa dei quali l'azienda ebbe una perdita di quasi centomila lire. Sabato 7 agosto Dick fu convocato dal CDA e si assunse la responsabilità dei propri errori. Sconvolto più dall'errore che da un danno economico non irreparabile, il giorno successivo Dick si recò nei suoi uffici presso il Velodromo Umberto I e si suicidò sparandosi a una tempia. Aveva solo 44 anni e lasciò la moglie e quattro figli. 


In 1909 Alfred Dick became president of the newly formed "Association of Italian Footwear Manufacturers" (HQ at the same M.P.C. registered office, via Santa Chiara 76). The board included: Oreste Vitale (of Borri & Vitale, Busto Arsizio), Giovanni Gilardini of Turin, Ermenegildo Trolli, from Calzaturificio di Varese, cav. Pietro Giulini of Vigevano.

But dramatic events were about to happen the very same year.
As CEO of the "Manifattura Pellami e Calzature" Dick had made some ordering mistakes and, as a result, the company had a loss of nearly a hundred thousand lire. Saturday, August 7 Dick was summoned by the Administration Board in order to clarify what happened and he took full responsibility. Upset by the error more than by the economic damage, Dick went to his office at the Velodrome Umberto I the next day and shot himself in the temple. He was only 44 years old. He was survived by his wife and four children.


1955 | MPC (Manifattura di Pellami e Calzature)
Source La Stampa

La Manifattura continuò le attività anche dopo la morte di Dick e nel ’37 si fuse con un’altra società , una commerciale denominata A.R.C.A. (Anonima Rivendita Calzature ed Affini) con sede in Torino, via Miglietti n. 8 e capitale 300.000 Lire, per il potenziamento della propria distribuzione. 
Lo stabilimento fu gravemente danneggiato dai bombardamenti del dicembre 1942 e luglio 1943, quando la produzione era prevalentemente dedicata agli occupanti tedeschi. Le attività proseguirono comunque ancora nel corso degli anni ’50.

The Manifattura didn't stop after Dick's death and merged in 1937 with a Turin-based company called A.R.C.A. (Anonimous Footwear and Similar Resale) to develop its distribution. The factory was severely damaged by the allied aviation in December 1942 and July 1943, when the production was mainly for the German occupiers. The activities continued, however, until the 50s.




Sources:
Archivio Centrale dello Stato
La Stampa - newspaper
La Stampa Sportiva - magazine
Ferdinando Piccinelli - Le società industriali italiane per azioni - U. Hoepli, 1902
Gazzetta Ufficiale del regno d'Italia - August, 28 1937
Stefania Summermatter - Juve e Toro, una storia dalle radici svizzere - in Swissinfo



 

Archive

Follow by Email