1930s | CALZATURA AERATA MEDUSA | THE ORIGINAL BREATHABLE SHOE | CASTELLANZA, VARESE

1936 | Calzatura Aerata Medusa
Source: Radio E Scienza per Tutti magazine


“Hai visto? ti ho comperato le scarpe Aerata Medusa! Mi raccomando, trattale bene e vedi di non tirare calci ai sassi”. Così raccomandava un padre legnanese al figlio alla fine degli anni ’30, alla vigilia della guerra. Il prezioso acquisto aveva avuto luogo nel bel negozio di calzature Colombo in Corso Garibaldi a Legnano.

Le scarpe così rinomate arrivavano da Castellanza (Varese) il comune confinante lungo l’asse del Sempione (SS33).


"See that? I bought you the Aerata Medusa shoes! Mind you, be careful and don't kick the stones". So recommended a father to his son at the end of the 30s, on the eve of the war. The valuable purchase had been done at the beautiful shoe store "Colombo" in Legnano, Milan.

The renowned shoes came from Castellanza (Varese), a neighboring municipality along the axis of the Simplon (SS33).



1933 | Calzatura Aerata Medusa patent
Ventilating cavities provided in rubber soled footwear

L’azienda che le produceva era nata come “Società Anonima Calzaturificio Landini”. La sede produttiva era a Castellanza, in via Bettinelli 16, mentre la sede legale era a Milano, in via Giambellino, 39. Nel 1933, dopo l’invenzione di un sistema di aerazione della suola in gomma finalizzato a far respirare il piede (“Suola di gomma con camere d'aria alveolari e sua applicazione alle calzature”), l’azienda cambiò la denominazione in “Calzatura Aerata Medusa”, ebbe un grande successo e modificò il proprio capitale sociale nel giro di un anno da L. 50.000 a L.250.000 e poi a L.500.000.

The company that produced the shoes was born as “Società Anonima Calzaturificio Landini”. Its production was in Castellanza, via Bettinelli 16, while the registered office was in Milan, in Via Giambellino, 39. In 1933, after the invention of an aeration system of rubber outsole ("Rubber sole with inner alveolar air chambers and its use in footwear") designed to let the feet breathing, the company changed its name to "Calzatura Aerata Medusa". It was a great success and the company increased its share capital from 50,000 Italian Lire to 250,000 and then to 500.000 within a year.


1939 | Aerata Medusa
The U.K. patent

Un dipendente della Medusa, il sig. Airaghi, era il principale responsabile dell'invenzione e successivamente citò in giudizio la Società per avere un riconoscimento della propria idea, riuscendo ad ottenerlo. L’invenzione di base e le successive varianti furono depositate a livello europeo dal 1933 al 1939.

Il successo delle Aerata Medusa può essere ricondotto al periodo autarchico della produzione italiana, quando per carenza di pelli e cuoio per la produzione di calzature, si dovettero trovare soluzioni con materiali alternativi. In questo caso la soluzione fu la suola in gomma. E per ovviare all'inconveniente della mancanza di traspirazione di questo materiale, nacque il brevetto della suola traspirante.

Pubblicizzata come “La calzatura dell'avvenire”, della "Calzatura Aerata Medusa” non si trova più traccia dagli anni ’40, sicuramente per la difficoltà di reperire la gomma in tempo di guerra. Però l’idea non era certo destinata a scomparire senza lasciare tracce.


The actual inventor was Mr. Airaghi, a Medusa  employee, who eventually successfully sued the company for the recognition of his idea. The original concept and subsequent variations were patented in Europe from 1933 to 1939.

The success of Aerated Medusa shoes is linked to the autarkic period of Italian production before the World War II, when for lack of hides and leathers for the production of footwear, there was a need for solutions with alternative materials. In this case it was the rubber sole, and to overcome the lack of breathability of this material, the solution was the patent of the breathable sole.

Even though "Calzatura Aerata Medusa” was advertised as "The footwear of the future", the company disappeared into thin air in the 40s, most probably due to the wartime rubber scarcity.


FOOTNOTE

HOT AIR
"How is it possible, in ten years, to build up a company with 5 thousand staff and a turnover of 250m euros a year? It isn't difficult. All you have to do is really believe in your idea." 
Mario Moretti Polegato | Geox founder

1937 | Calzatura Aerata Medusa
Source: Radio E Scienza per Tutti magazine


 

Archive

Follow by Email