1956 | HEELSTORY | SORELLE FONTANA | YET ANOTHER INTERCHANGEABLE HEEL

1956 July | Shoes with changeable heels by Sorelle Fontana
Photograph from the V.E.D.O. Agency Archive
Source: Istituto Luce

Il deposito americano del brevetto del tacco intercambiabile di André Perugia risale al 31 luglio 1956. Stesso giorno in cui era stata depositata la richiesta di brevetto, da parte di Merwin Zuckerman di Elmont (New York) e di Louis A. Longobardi di Hackensack (New Jersey), sempre per un sistema finalizzato alla sostituzione dei tacchi. E già questa coincidenza ci aveva piuttosto incuriosito

Ora scopriamo che in Italia, in quello stesso mese di luglio, per la precisione il giorno 17, le Sorelle Fontana avevano organizzato a Roma un ricevimento per la presentazione di una nuova linea di calzature a loro nome, esattamente con lo stesso sistema di tacco intercambiabile. O meglio, una variante semplificata rispetto ai suddetti, ma basato sul medesimo sistema "a slitta" brevettato da Perugia, da Zuckerman e da Longobardi.

In quegli anni le Sorelle Fontana collaboravano con Alberto Dal Co', raffinato e rinomato calzaturiere, tra l'altro loro zio. Probabilmente fu lui a realizzare queste calzature col tacco intercambiabile e a sviluppare le forme estrose dei tacchi (una clessidra, un "fungo" ingemmato, un rocchetto con tanto di filo arrotolato, coni sovrapposti).


The U.S. interchangeable heel patent by André Perugia was filed July, 31 1956. And the very same day another patent application was submitted by Merwin Zuckerman (of Elmont, New York) and Louis A. Longobardi (from Hackensack, New Jersey) about a similar system to interchange heels. Both patents for I.Miller & Sons Inc. The coincidence was quite intriguing. We wrote about it HERE.

Now we find out that at the same time (July, 17 1956), the Fontana sisters launched in Rome a new footwear line with interchangeable heels. A streamlined version yet based on the same slide system patented by Perugia, Zuckerman and Longobardi.

In those years, the Fontana Sisters collaborated with their uncle Alberto Dal Co', a stylish and popular shoemaker. Most probably he was the maker of the shoes with the interchangeable heel; heels whose designs are also worth of note: an hour-glass, a jeweled "mushroom", a spool with real twisted wire, overlapping cones. 


1956 July | Shoe with the hour-glass changeable heel by Sorelle Fontana
Soon to be featured at Albanese Of Rome
Photograph from the V.E.D.O. Agency Archive
Source: Istituto Luce

1956 July | Shoes with changeable heels by Sorelle Fontana. 
Model for princess Alessandra Torlonia.
Photograph from the V.E.D.O. Agency Archive
Source: Istituto Luce

1956 July | Shoes with changeable heels by Sorelle Fontana
Model for actress Kim Novak
Photograph from the V.E.D.O. Agency Archive
Source: Istituto Luce

1956 July | Shoes with changeable heels by Sorelle Fontana
Photograph from the V.E.D.O. Agency Archive
Source: Istituto Luce


Che si tratti di una coincidenza lo riteniamo improbabile. Altre informazioni non ne abbiamo, ma Anna Battista (Irenebrination), tra le altre cose, profonda conoscitrice della storia Dal Cò, aggiunge questa nota interessante: 
Posso dire con certezza che Dal Co' seguiva con interesse il lavoro di Perugia. Esistono coincidenze tra alcuni modelli che Perugia fece negli anni 30 e alcuni Dal Co' anni '50, per esempio le calzature 'senza tacco'. Immagino quindi che anche in questo caso Alberto conoscesse già il lavoro di Perugia.

Inoltre, a un certo punto della sua carriera, Alberto Dal Cò si staccò dalle sorelle Fontana per lavorare in proprio e la produzione Fontalcò continuò con Arcadio, fratello di Alberto. Arcadio era meno estroverso di Alberto, ma i due si volevano molto bene (morirono a poca distanza l'uno dall'altro) e fu proprio Arcadio a fare delle calzature anche per Ava Gardner. Questi tacchi devono essere di produzione "Alberto" ma ispirati all'idea di Perugia, rielaborata in chiave dadaista come solo Alberto sapeva fare.


Is it a coincidence? We found it unlikely, but we can't further elaborate. On our rescue comes Anna Battista (Irenebrination), a fine connoisseur of the Dal Cò history, among other things, and she adds this interesting note:
I can say with certainty that Dal Cò followed with interest Perugia's work. There are similarities between some 30's models from André Perugia and 50's Dal Cò; the "heel-less shoe" being one. Therefore, I suppose that even in this case Alberto already knew Perugia's work.
Also, at some point in his career, Alberto Dal Cò left the Fontana sisters to go solo and Arcadio - Alberto's brother - took over the Fontalcò production. The two of them were very fond of each other even though Arcadio was less outgoing and it was Arcadio who made the shoes for Ava Gardner. These heels have to be Alberto's yet inspired by Perugia's idea, reworked in a Dadaist way as only Alberto could do.


H E E L S T O R Y



 

Archive

Follow by Email